Copyright - Anton Sessa

Sposarsi a 2.000 metri

Le nozze sono il sogno di quasi tutte le coppie, il sogno che corona l’unione tra due persone che si amano. Sposarsi in un posto da favola è un po’ il sogno di tutti gli sposini, ma sposarsi in montagna, magari qui in Val di Fassa, riuscire ad organizzare tutto in un rifugio a 2.000 m di quota… questo va oltre il sogno di tutti! Oltre che sognare, bisogna avere una buona dose di coraggio e convincere gli invitati ad intraprendere oltre 2 ore di cammino con un dislivello di circa 500 m da compiere prima di essere poi ripagati con il lauto pranzo nuziale.L’idea venuta a due sposini di Forlì, Sara e Simone, è però piaciuta ed è piaciuta moltissimo non solo a tutti gli invitati, ma a tutte le persone che essi hanno incontrato lungo il loro percorso. Infatti, dopo la cerimonia presso il Comune di Pozza, i neo sposini e gli oltre 40 invitati si sono armati di scarponi, bastoncini e zaini per affrontare la salita che da Alba di Canazei percorre la splendida Val Contrin fino al Rifugio Contrin a quota 2.016  m. Gli ospiti del matrimonio si sono lasciati rapire dal paesaggio circostante a dir poco meraviglioso … e poi, lanciare il bouquet con dietro la parete Sud della Marmolada ha un suo perché… 🙂 … Qualcuno vuole imitare Sara e Simone? 😉

6 thoughts on Sposarsi a 2.000 metri

  1. Ciao!
    Siamo anche noi una coppia di Forlì, e vorremmo fare esattamente quello che avete fatto voi, magari non nel dettaglio, ma sposarci in una chiesa di Fontanazzo, che io adoro, o cmq in una limitrofa, e poi festeggiare in un rifugio.
    Navigando su internet ho trovato la vs esperienza.
    Vi chiedo se gentilmente potreste dirmi l’iter per poter celebrare le nozze in quei comuni? A chi mi devo rivolgere?
    Vi ringrazio molto!

    Mari & Enrico

Leave a comment